Che cos'è l'Accordo d'Integrazione?

L'Accordo di Integrazione si stipula tra il cittadino straniero extra UE e lo Stato italiano, viene firmato dai cittadini maggiori di 16 anni entrati in Italia per la prima volta dopo il 10 marzo 2012, che presentano la domanda per il Permesso di Soggiorno di durata non inferiore a 1 anno.
Lo Sportello Unico della Prefettura il giorno dell'appuntamento per la richiesta del primo permesso di soggiorno per ricongiungimento familiare fa firmare l'accordo al familiare neo arrivato consegnandogli una copia tradotta nella sua lingua.

ATTENZIONE: Non devono firmare l'Accordo di Integrazione i familiari che hanno patologie o handicap che limitano gravemente l'autosufficienza o impediscono l'apprendimento linguistico e culturale, certificato da apposita documentazione medica da esibire allo Sportello Unico per l'Immigrazione.

Al familiare entrato in Italia all'atto della firma dell''Accordo vengono assegnati 16 punti, per non perderne 15 bisogna frequentare il corso di educazione civica gratuito indicato dal SUI. Si tratta di due lezioni di 5 ore l'una (tot. 10 ore) tenuto nella lingua del paese di provenienza.

ATTENZIONE: Se non è possibile partecipare al corso il giorno stabilito dal SUI bisogna comunicarlo e presentare la documentazione che giustifichi l'impossibilità a partecipare. Ad esempio in caso di malattia si può presentare un certificato del medico, oppure in caso di impegni lavorativi si può presentare una dichiarazione del datore di lavoro. Le comunicazioni devono essere inviate all'indirizzo di posta elettronica messo a disposizione dal SUI: accordo.integrazione.pref_milano@interno.it. Nel testo della mail indicare sempre:

1) Identificativo dell'Accordo
2) Codice fiscale
3) Dati anagrafici

Se non si partecipa al corso e non si presenta alcuna giustificazione verranno tolti 15 punti!! Non è possibile rifare il corso in un'altra data.

I principali impegni previsti dall'Accordo di Integrazione sono:

  • Conoscere i principi fondamentali della Costituzione della Repubblica Italiana e dell'organizzazione e funzionamento delle Istituzioni Pubbliche in Italia;
  • Imparare la lingua italiana parlata, almeno al livello A2;
  • Conoscere la vita civile in Italia, cioè sapere come funziona il sistema sanitario, la scuola, i servizi sociali, l'organizzazione del lavoro, il sistema delle tasse ecc.
  • Far frequentare la scuola ai figli rispettando l'obbligo scolastico;
  • Iscriversi al Servizio Sanitario Nazionale (SSN) e scegliere il medico.

Per ognuno di questi impegni sono previsti dei "crediti", cioè un numero preciso di punti.


results matching ""

    No results matching ""